Men¨ programma > Documenti >

Ordini ricevuti

 

 

 

 


ORDINI RICEVUTI
 

 

Questa sezione ha come punto di forza l'interscambio esteso di Ordini tra piattaforme GesACom. La sua peculiaritÓ Ŕ quella di fare in modo che Ordini, Proposte d'Ordine, Preventivi e Transfer Orders, possano essere interscambiati tra i vari utenti che utilizzano la stessa piattaforma, evitando quegli inutili passaggi dove, nella maggior parte dei casi, viene richiesto un invio di ordine cartaceo da un sistema per essere poi ridigitato su un altro sistema per la sua elaborazione con un considerevole dispendio di tempo e di risorse.

E' utile se non fondamentale, vista la velocitÓ e semplicitÓ di utilizzo, nelle collaborazioni tra Agenti, Agenzie e Reti Vendite.

 

Per quanto concerne la trasmissione di un ordine ad altro sistema GesACom, rimandiamo all'apposita area di interesse nella quale Ŕ riportata le procedura.

 

Per la ricezione di un ordine da altro sistema GesACom, procedere come segue:

 

1.Andare in Archivi -> Importazioni -> Documenti -> Da Altro Gesacom;

2.Scegliere cosa Importare: se solo Ordini, Tutti (scelta consigliata perchŔ importa eventualmente anche i dati del Cliente), Selezionati e Archivi.

3.Lasciare inserita la spunta su Elimina Files Importati se dopo l'importazione, si voglia eliminare i files utilizzati dalla cartella di destinazione.

4.In Destinazione Ordini selezionare ORDINI RICEVUTI;

5.Fare clic sul pulsante Seleziona Cartella e selezionare la cartella contenente i files dell'ordine ricevuto;

6.Fare clic sul pulsante Avvia Importazione e al termine fare clic sul pulsante Chiudi.

 

   

 

7.Andare su Documenti -> Ordini Ricevuti nel quale sarÓ presente l'ordine appena importato.

8.Apportare le eventuali modifiche all'ordine ricevuto facendo clic su Modifica ed una volta terminato, Salvare il documento e fare clic su Genera Ordine. A questo punto l'ordine ricevuto diventerÓ in tutto e per tutto un Ordine pronto per essere elaborato come tale.

 

   

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2022 Fabrizio A. Intrieri